In Evidenza All News Bandi Eventi
Lo scorso 26 gennaio Neelie Kroes, vice-Presidente della Commissione Europea e Commissario responsabile per l’Agenda Digitale, ha invitato le pubbliche amministrazioni europee e l’industria IT ad unirsi in una Partnership europea per promuovere il cloud computing in Europa, dichiarando che Bruxelles è pronta ad investire circa 10 milioni di Euro in essa.
Tags:ict societadellinformazione
Le PMI creano l’85% dei nuovi impieghi
By: Redazione IntesaSanpaolo Eurodesk  on: Mon 23 Jan., 2012 16:37 CET 
Secondo uno studio presentato recentemente dalla Commissione europea sul contributo delle piccole e medie imprese alla creazione di impieghi si evince che, nel periodo tra il 2002 e il 2010, le PMI hanno assicurato l’85% della creazione netta di impieghi nell’Unione europea.
La crescita annuale dell’impiego delle PMI che si eleva all’1% ha sorpassato quella delle grandi imprese (0,5%).
In particolare il settore del commercio fa eccezione in quanto l’impiego nelle PMI vi è aumentato dello 0,7% per anno contro il 2,2% nelle grandi aziende.
Nelle micro-imprese (con meno di 10 dipendenti) la proporzione di crescita netta dell’impiego nell’economia è quella più alta, si aggira al 58%.
Mentre le nuove imprese, create meno di 5 anni fa, sono all’origine dell’immensa maggioranza di nuovi impieghi. Le nuove società nel settore dei servizi alle imprese creano più di un quarto (27%) dei nuovi impieghi mentre le nuove società nel settore dei trasporti e della comunicazione contribuiscono di meno alla creazione di impiego (6%).
Antonio Tajani, vice presidente della Commissione europea e Commissario all’Imprenditoria ed Industria ha affermato: “In questo periodo critico per l’economia europea noi constatiamo che le PMI assicurano e confermano il loro ruolo di principali entità generatrici di nuovi impieghi. Il loro importante contributo alla creazione di impieghi mette in evidenza la loro importanza per l’economia e la necessità di apportare un sostegno a tutti i livelli.”

Lo studio, che fa parte del progetto di analisi delle perfomances delle PMI, si basa su una inchiesta condotta dalla fine del 2010 presso alcune imprese stabilite nei 27 Stati membri dell’Unione europea così come in 10 altri Paesi partecipanti al Programma per l’innovazione e lo spirito d’impresa (PIE) quali Albania, ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Croazia, Islanda, Israele, Liechtenstein, Montenegro, Norvegia, Serbia e Turchia.
Fonte
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Aggiungi ai preferiti
Tags:scenario
50 anni di Politica Agricola Comune
By: Valentina Tecce  on: Mon 23 Jan., 2012 16:10 CET 
Oggi la Commissione Europea, con lo slogan “Una partnership tra l’Europa e gli Agricoltori”, ha lanciato la campagna di comunicazione “CAP@50”. Lo scopo è quello di celebrare il cinquantesimo anniversario della Politica Agricola Comune (PAC), una pietra miliare dell'integrazione europea che ha garantito ai cittadini europei la sicurezza alimentare, e alle campagne vitalità per mezzo secolo.
La campagna di comunicazione durerà per tutto il 2012 e sono molti gli strumenti a disposizione dei policy makers ma anche dei cittadini dell’Unione che intendendo conoscere come si sia evoluta la PAC nei suoi primi 50 anni. In particolare il sito web dedicato permette di ottenere informazioni storiche su tutti gli sviluppi della PAC, e non solo.

Tags:pac
Adottato il pacchetto Almunia sui servizi d’interesse economico generale (SIEG)
By: Raffaella Donnini  on: Fri 20 Jan., 2012 13:08 CET 
Lo scorso 20 dicembre, la Commissione europea ha adottato un nuovo pacchetto di misure concernenti i servizi d’interesse economico generale (SIEG), andando quindi a sostituire il cosiddetto pacchetto di norme “Monti - Kroes” del 2005.
Obiettivo del nuovo pacchetto, cosi come dichiarato dal Commissario alla Concorrenza, Almunia, è quello di “offrire agli Stati membri un quadro più semplice, chiaro e flessibile per sostenere l’erogazione ai cittadini di servizi pubblici di alta qualità che sono diventati ancora più necessari in tempi di crisi”.

Tags:inclusionesociale aiutidistato
Nuovo bando per le reti transeuropee di trasporto
By: Paola Laiolo  on: Thu 19 Jan., 2012 16:52 CET 
La Commissione europea ha presentato il 10 gennaio il bando che permetterà di presentare proposte per il Trans-European? transport network Programme. Il bando mette a disposizione oltre 200 milioni di euro per finanziare progetti che rispondano alle cinque priorità indicate nel programma:
1) Promuovere lo sviluppo di un sistema di trasporti integrato e intermodale (25 mln Euro);
2) Promuovere lo sviluppo di infrastrutture che riducano l'impatto del sistema di trasporto sull'ambiente (35 mln Euro);
3) Accelerare e/o facilitare l’implementazione dei progetti TEN-T (100 mln Euro);
4) Sostenere i partenariati pubblico-privati e le forme di finanziamento innovative (15 mln Euro);
5) Sostenere lo sviluppo dei corridoi TEN-T (25 mln Euro);
Possono presentare proposte: gli Stati membri dell'UE; organizzazioni internazionali, imprese pubbliche o private con il consenso dello Stato membro di provenienza. Occorre ricordare che solo i progetti d’interesse comune come individuati nelle Linee Guida TEN-T possono ricevere contributi nell’ambito di questo bando.
Il termine ultimo per presentare le proposte è fissato al 13 aprile 2012.
Fonte

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Aggiungi ai preferiti
Tags:trasporti
Secondo un rapporto pubblicato recentemente dall’Istituto per le prospettive tecnologiche del Centro comune di ricerca della Commissione europea, il settore delle ICT continua ad essere ad oggi quello in cui complessivamente vengono destinati più fondi ad attività di ricerca e sviluppo tecnologico su scala globale.
Tuttavia, sempre secondo tale rapporto, l’Europa continua a sotto-investire in queste attività, destinando molto meno fondi di altre economie industrializzate come il Giappone o Stati Uniti. Questo nonostante i vari Programmi e le varie iniziative europee a sostegno della ricerca e dell’innovazione offrano ogni anno importanti opportunità di finanziamento nel settore delle ICT.
Tags:ict societadellinformazione
Il Mediterraneo ha trovato il suo "Faro"
By: Raffaella Donnini  on: Tue 17 Jan., 2012 16:12 CET 
Faro, un fondo di seed capital, sviluppo ed orientamento, è stato lanciato nel maggio 2010 nel contesto dell’iniziativa intergovernamentale “Unione per il Mediterraneo” per contribuire allo sviluppo dell’innovazione lungo le due sponde del Mare nostrum. Azionisti sono l’Agence française de développement (AFD), la “Caisse des Dépôts” (CDC) ed OSEO mentre il coordinamento ed il follow up dei progetti è affidato al network ANIMA, una piattaforma multi-paese per lo sviluppo economico del Mediterraneo.
Tags:mediterraneo innovazione ricercaesviluppo energia prodottiagricoli ict
Bando per giovani imprenditori agricoli
By: Valentina Tecce  on: Fri 13 Jan., 2012 11:46 CET 
La Regione Toscana ha pubblicato lo scorso 12 gennaio il bando Giovanisì – Fare Impresa in Agricoltura che mette a disposizione 30 milioni di euro per avviare un'attività agricola. I beneficiari sono giovani imprenditori del settore agricolo toscano.
Tags:agricoltura imprenditori
Trovato l’accordo per il Programma Europeo di Aiuti Alimentari agli Indigenti
By: Raffaella Donnini  on: Thu 05 Jan., 2012 12:40 CET 
A seguito di un accordo politico raggiunto in sede di Consiglio dei Ministri dell’UE nel dicembre scorso, il PEAD – Programma Europeo di Aiuti Alimentari agli Indigenti, potrà continuare a svolgere la sua importante funzione di fornire derrate alimentari alle persone più bisognose dell’UE anche nel 2012 e 2013. Il Programma, infatti, nato negli Anni Ottanta all’interno della PAC, la Politica Agricola Comune, è divenuto, nel tempo, uno dei principali fornitori delle organizzazioni caritative europee. Le successive riforme della PAC e l’andamento favorevole dei prezzi hanno, però, ridotto sensibilmente le scorte di intervento disponibili, che costituiscono la fonte di approvvigionamento del Programma.
Tags:inclusionesociale pac
Tunisia e Giordania, membri della BERS
By: Raffaella Donnini  on: Wed 04 Jan., 2012 16:20 CET 
La Tunisia e la Giordania hanno appena ottenuto lo status di membro della BERS, la Banca per la Ricostruzione e lo Sviluppo, che negli anni successivi alla caduta del muro di Berlino ha sostenuto il processo di transizione all’economia di mercato dei paesi dell’Europa centrale ed orientali e dell’Asia centrale. Forte di questa esperienza maturata in vent’anni di attività, la BERS si accinge ora a replicare il suo intervento nei paesi protagonisti della “Primavera araba” estendendo quindi il suo mandato ad alcuni paesi della sponda sud del Mediterraneo.
Tags:mediterraneo bers
[Prev]  Page: 31/68  [Next]
1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59  60  61  62  63  64  65  66  67  68 
SONDAGGIO
Quali sono i contenuti del sito di Eurodesk che sono più utili per il tuo lavoro?
 Le news
 I bandi
 Il progetto del mese
 Le informazioni dei desk
Canale Twitter

Seguici su Twitter