In particolare gli incentivi per attività di ricerca e sviluppo e di innovazione sono uno degli elementi portanti della nuova Agenda Digitale Europea, lanciata il 19 maggio 2010 con l’obiettivo di far fiorire, entro il 2020, un’economia digitale in Europa, sfruttando a pieno il potenziale sia sociale che economico delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione. Sostenere la ricerca e sviluppo e l’innovazione in Europa, infatti, è sicuramente uno degli strumenti migliori per far in modo che le imprese europee che operano nel settore siano sempre più competitive su scala globale.

Nello specifico i 3 bandi pubblicati riguardano:

Programma di Sostegno alla Politica in materia di Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (CIP-ICT)
Finanzia progetti volti a favorire l’introduzione sul mercato di tecnologie o servizi digitali in settori come l’eco-sostenibilità e la mobilità sostenibile, i contenuti digitali, la sanità on-line e l’inclusione sociale, l’e-Government ed i servizi di pubblica utilità.
Tali progetti devono essere presentati da consorzi composti in genere da almeno 4 enti aventi sede in differenti Paesi membri dell’Unione Europea, e possono ricevere contributi a fondo perduto a copertura del 50% delle spese sostenute.
Il bando ha un budget di circa 125 milioni di Euro. La scadenza per la presentazione delle richieste di finanziamento è fissata al 1° giugno 2011.

Iniziativa Tecnologica Congiunta Eniac
Finanzia progetti di ricerca e sviluppo tecnologico sulla nanoelettronica applicata a settori come l’automotive e i trasporti, le comunicazioni, l’efficienza energetica, la sanità e l’inclusione sociale, nonché per il settore industriale e della componentistica.
I progetti devono essere presentati da consorzi composti da in genere almeno 3 enti aventi sede in differenti Paesi membri dell’Unione Europea. Il sostegno previsto per gli enti italiani partecipanti copre in genere il 50% delle spese sostenute per attività di ricerca e sviluppo, il 25% per quelle di dimostrazione.
Il bando ha un budget di circa 55 milioni di Euro. La scadenza per la presentazione delle richieste di finanziamento è fissata al 21 aprile 2011.

Iniziativa Tecnologica Congiunta Artemis
Finanzia progetti di ricerca e sviluppo tecnologico nel settore dei sistemi informatici integrati. In particolare il bando 2011 si concentra sull’applicazione di tali sistemi in ambiti come la sanità, l’ambiente, la sicurezza e la protezione delle infrastrutture critiche, il settore manifatturiero e l’automazione industriale.
Possono richiedere un finanziamento tutti i consorzi composti da almeno 3 enti aventi sede in differenti Paesi membri dell’Unione Europea. Anche in questo bando il contributo previsto copre il 50% delle spese sostenute per attività di ricerca e sviluppo, il 25% per quelle di dimostrazione.
Il budget è di circa 65,5 milioni di Euro. La scadenza per la presentazione delle richieste di finanziamento è fissata al 31 marzo 2011.

Tali bandi ed i relativi 235 milioni di Euro stanziati rappresentano dunque un’opportunità immediata e sicuramente interessante per le imprese e gli enti che operano nel settore delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione. Da rilevare, tuttavia, che progetti di ricerca e sviluppo tecnologico nonché di innovazione nel settore delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione continueranno ad essere finanziati sia nel 2011 che nei prossimi anni, ed anzi saranno sempre più rivolti al mercato, per far in modo che i prodotti ed i servizi europei siano sempre più ad alto valore aggiunto e competitivi su scala globale.

Questa del resto è la sfida ultima dell’Europa e della sua Agenda Digitale.